Quanto sono sicure le reti wifi ? Come difendersi con password a prova di hacker

Quanto sono sicure le reti wifi ? Come difendersi con password a prova di hacker
Ormai il termine wifi è entrato nel linguaggio di quasi tutte le persone che si appassionano all’ informatica e non. La maggior parte delle famiglie che hanno una connessione ad internet, hanno un router Wifi in casa, per potersi connettere ad internet senza fili in tutta la casa, senza il bisogno di essere collegato ad un cavo ethernet, o ancora più “all’antica” il cavo USB. D’altronde gli ISP (Internet service provider) permettono la vendita/noleggio di questi dispositivi a prezzi contenuti, che vengono inseriti direttamente nella bolletta dei vari servizi di telefonia. Non a caso, se si dovesse fare una scansione delle reti che circondano, si nota quasi subito un altissimo numero di SSID (service set identifier) del tipo Alice-XXXXXXXX o Fastweb-X-XXXXXX etc…… Queste reti, sebbene sembrano protetta da password WPA e WPA2 (Wi-Fi Protected Access), che sono più sicure delle ormai vecchie WEP, si è scoperte essere meno sicure di quanto si pensasse; infatti attraverso un algoritmo, è possibile risalire alla password di default direttamente dalle cifre che compongono il nome della rete, che è facilmente ricavabile.
Questa procedura è stata facilitata, grazie allo sviluppo di applicazioni reperibili anche da dispositivi mobili, quali iOs e Android.  Se invece l’utente ha cambiato la password che gli è stata fornita, qui le cose si complicano, perchè è necessario un attacco di bruteforce, in cui si provano tutte le possibile combinazioni di lettere e numeri o un attacco con un dizionario, che è più limitati dal punto di vista di possibilità di riuscita dell’attacco, ma è sicuramente più veloce. é invece quasi un gioco da ragazzi craccare una rete con protezione WEP, perchè il meccanismo di scambio della cifratura tra la base (che è il router) e il cliet (che è il pc connesso alla base) è stato bucato; basta un programma tipo Aircrack o Gerix ( disponibili per Linux) e in massimo di 10 minuti, è possibile entrare nella rete. Ecco una serie di consigli per mantenere la propria rete Wifi sicura:
1) Cambiare la password di default 
2) La password deve almeno di 10 carattere, tra cui lettere sia maiuscole che minuscole, numeri e carattere speciali (del tipo @?^….)
3)La protezione se possibile WPA2 o WPA con cifratura TKIP
4)Disabilitare il rilascio in automatico degli ip (detto DHCP)
5)Utilizzare un filtraggio attraverso i Mac Address (che sono in sostanza “il documento di riconoscimento” delle periferiche)
6)Controllare periodicamente le periferiche connesse alla rete 
Questo articolo è stato scritto SOLO PER FINALITà CONOSCITIVE E PER TESTARE LA PROPRIA RETE. Ricorda così dice l’articolo 615. 
Chiunque abusivamente si introduce in un sistema informatico o telematico protetto da misure di sicurezza ovvero vi si mantiene contro la volontàespressa o tacita di chi ha il diritto di escluderlo, è punito con la reclusione fino a tre anni.

Giacomo

Un pensiero su “Quanto sono sicure le reti wifi ? Come difendersi con password a prova di hacker

I commenti sono chiusi.